Pogba vuole lasciare lo United. Juve, le cifre dell’affare

Pogba vuole lasciare lo United. Juve, le cifre dell'affare

L’addio di Paul Pogba al Manchester United appare sempre più vicino: il francese ha più volte manifestato la volontà di cambiare aria. Lo stesso ha fatto il suo agente Mino Raiola, che ieri è tornato alla carica: “È come un Basquiat, un artista di arte espressiva un po’ ribelle, proprio come Paul. Non ho minacciato nessuno al Manchester United con una pistola per riportarlo indietro”. Già, il ritorno in Premier. Un affare da 100 milioni di sterline solo di cartellino, che ha fruttato però un’Europa League come unico trofeo conquistato. Lo strappo con i Red Devils è sempre più ampio, e la Juve inizia a valutare l’operazione.

VOLONTA’ – Secondo quanto riporta la stampa inglese, il francese, nei giorni scorsi, avrebbe rivelato ai compagni: “Me ne vado dove mi vogliono bene”. Compagni che, dalla loro, si stanno convincendo sempre di più dell’addio del Polpo. L’unico vero rivale, per i bianconeri, appare il Real Madrid: Zinedine Zidane impazzisce per il centrocampista, Florentino Perez un po’ meno ma potrebbe ugualmente accontentare il tecnico.

LE CIFRE – Ma quanto costerebbe il Pogba-bis per le casse della Juve? La richiesta iniziale era di 130-140 milioni, che potrebbe però abbassarsi per un paio di motivi. Il primo è proprio la volontà del giocatore, che insiste per voler lasciare Manchester. Il secondo è il sostituto già trovato dallo United, quel Bruno Fernandes sbarcato a gennaio per 80 milioni (super-bonus compresi) dallo Sporting Lisbona. Con 90-100 milioni, dunque, l’affare potrebbe andare in porto. Capitolo ingaggio: la richiesta di Pogba è di 15 milioni di euro netti, che diventerebbero 22-23 lordi grazie al decreto crescita. Qualora il francese optasse per avere un vantaggio sui ricavi provenienti dall’estero (come ha fatto Ronaldo), invece, l’ammontare sarebbe di 29-30 milioni lordi. Considerando un contratto quinquennale, il totale ammonta a 250 milioni tra cartellino e ingaggio. La Juve ci pensa e valuta. Intanto Paul prepara l’addio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *