Lazio, il Psg ha messo gli occhi su tre uomini simbolo

Il ds Leonardo vuole fare spesa nella capitale, oltre al tecnico piacentino piacciono anche due giocatori

ROMA – La Lazio si è ormai cucita addosso l’etichetta di grande del calcio italiano, i risultati incredibili ed il gioco migliore della serie A espresso dalla squadra di Inzaghi hanno stupito tutti, anche all’estero. Lo stesso Klopp in un’intervista ha indicato i capitolini come possibili vincitori dello scudetto. La crescita viene testimoniata anche da alcune voci che provengono dalla Francia, secondo il quotidiano L’Equipe il Psg vorrebbe fare spesa in casa Lazio. Il ds dei transalpini Leonardo sarebbe pronto a volare in Italia per ingaggiare l’allenatore delle aquile Simone Inzaghi. Tuchel non convince più la dirigenza e le probabilità di divorzio a fine stagione aumentano sempre di più.

Secondo alcune indiscrezioni il dirigente brasiliano avrebbe già parlato nei giorni scorsi in maniera informale con Inzaghino, senza affondare, però, il colpo. Dopo il paventato interesse del Barcellona per il tecnico piacentino, si fa sotto un’altra big europea per il simbolo di questa Lazio vincente. Non si è affievolito nemmeno l’interesse dei campioni di Francia per Sergej Milinkovic Savic, tornato a brillare come una stella di prima grandezza in questa stagione. Lo sceicco Nasser Al-Khelaïfi non è spaventato dalla valutazione monstre che ne da Lotito, oltre 100 milioni di euro. Nonostante il fascino del Psg, sia Inzaghi che il Sergente si sentono molto legati al club capitolino sentimentalmente e non solo. Il fenomeno serbo ha il contratto in scadenza nel 2023 e un ricco prolungamento di un altro anno aspetta solo di essere firmato.

C’è un altro giocatore sul quale i francesi avrebbero messo gli occhi, si tratta di Adam Marusic, ormai ristabilitosi dopo i numerosi problemi fisici che ne avevano condizionato il rendimento. La dirigenza biancoceleste valuta il proprio esterno non meno di 15 milioni di euro. Le scelte anche in ottica mercato molto dipenderanno da i risultati che la Lazio otterrà a fine stagione. Chissà che con lo scudetto e la Champions in tasca i biancocelesti non facciano di tutto per trattenere i propri campioni per disputare da protagonisti il prestigioso trofeo internazionale.

CHIELLINI RINNOVA CON LA JUVENTUS FINO AL 2021: LA FIRMA UNA FORMALITÀ

chiellini rinnovo juventus 2021

Dopo Buffon un’altra conferma per la prossima stagione: Chiellini non ammaina la sua bandiera

Dopo il rientro dall’infortunio il prolungamento di contratto: Giorgio Chiellini, 35 anni, giocherà un’altra stagione con la Juventus. Il capitano non ha alcuna intenzione di ammainare la bandiera e assieme a Leonardo Bonucci farà da chioccia ancora per un anno a Matthijs de Ligt e Merih Demiral, che già hanno dimostrato di avere grandissime qualità. Corteggiato anche dalla Figc per un ruolo dirigenziale, Chiellini ha ancora voglia di giocare, soprattutto dopo una stagione trascorsa per gran parte da spettatore.

Prossimamente si vedrà con il presidente Andrea Agnelli e formalizzerà il tutto, ma si tratta di quei calciatori ai quali il numero uno della Continassa dà solitamente carta bianca, esattamente come avverrà con Gianluigi Buffon. Arrivato a Torino nel 2004, Chiellini chiuderà con ogni probabilità la sua carriera da calciatore con la Vecchia Signora nel 2021. Lo stipendio, a meno di clamorose sorprese, rimarrà quello attuale, ovvero 3,5 milioni più bonus.

Acquisto maglie a poco prezzo online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

EMRE CAN RISCATTATO UFFICIALMENTE DAL BORUSSIA DORTMUND

emre can borussia dortmund riscatto

Nelle casse della Juventus 25 milioni in tre anni, plusvalenza da 12,4 milioni

Dopo sole due settimane, il Borussia Dortmund ha riscattato ufficialmente dalla Juventus il centrocampista Emre Can. Il nazionale tedesco era stato ceduto in prestito con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni, che a quanto pare si sono già verificate. Il club giallonero verserà nelle casse della Vecchia Signora 25 milioni in tre anni, mentre il contabile del club di Agnelli può ascrivere a bilancio una plusvalenza da 12,4 milioni di euro.

“Torino, 18 febbraio 2020 – Juventus Football Club S.p.A. comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Emre Can a fronte di un corrispettivo di € 25 milioni pagabili in tre esercizi. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 12,4 milioni, al netto del contributo di solidarietà e degli oneri accessori”.

AGENTE ALLEGRI: “VIA DALLA JUVENTUS PER DIVERSITÀ DI VEDUTE, NON TORNERÀ”

agente allegri juventus

Il procuratore di Massimiliano Allegri spiega il divorzio dalla Juve e chiude la porta al ritorno

Giovanni Branchini, agente di Massimiliano Allegri, è tornato a parlare del passato e del futuro del suo assistito. Intervistato da TMW Radio, il procuratore del mister livornese, sotto contratto fino a giugno con la Juventus, ha spiegato i motivi del divorzio anticipato: “Semplicemente credo ci sia stata una diversa visione del momento attuale – argomenta – . Ha chiarito che c’era questa percezione diversa, a quel punto la società ha deciso che fosse opportuno cambiare guida vista anche la cordialità dei rapporti. La questione è stata legata a dei punti di vista, c’era disaccordo su certe interpretazioni e questo ha suggerito ai dirigenti di intraprendere una strada diversa”.

La versione più accreditata sostiene che Allegri avesse chiesto un profondo rinnovamento della rosa della Juventus, poiché diversi elementi erano considerati logori fisicamente, altri difficilmente motivabili dopo tanti anni di vittorie nazionali. La dirigenza, invece, come ha dichiarato Fabio Paratici nei giorni scorsi, ha deciso di cambiare allenatore e non i giocatori “perché i top club come la Juve non cambiano mai 10 elementi in un solo anno”. Sono in molti, però, a sostenere ora che Sarri abbia ereditato un gruppo “arrivato” nel fisico e nella testa.

GUARDIOLA HA GIÀ COMUNICATO AL MANCHESTER CITY LA SUA DECISIONE

Guardiola Manchester City

Pep Guardiola confida nella vittoria del ricorso del Manchester City contro l’Uefa e non andrà alla Juventus la prossima estate. Lo sostengono due colossi dell’informazione britannica, ESPN e The Times, secondo cui on c’è alcuna speranza né per i bianconeri, né per Paris Saint Germain e Barcellona. Addirittura, il tecnico spagnolo, che ha un contratto valido fino a giugno 2021, avrebbe comunicato allo sceicco Mansur di essere disposto a restare anche in caso di respingimento del ricorso con la conferma dell’esclusione dalla Champions per le prossime due stagioni.

A quel punto, però, bisognerebbe capire cosa faranno i top della rosa dei Citizens, che difficilmente accetteranno di rimanere all’Etihad Stadium senza la possibilità dei palcoscenici europei. Di fondo, comunque, Guardiola non abbandonerà la nave e rinvierebbe al 2022 un’eventuale nuova esperienza lavorativa. Domani, lo stesso tecnico spagnolo dovrebbe comunicare questa sua decisione durante una conferenza stampa. Maurizio Sarri, secondo i media inglesi, può continuare a lavorare tranquillamente.

CALCIOMERCATO JUVENTUS: MISSIONE BRASILIANA PER UN ATTACCANTE

calciomercato juventus kaio jorge

La Juve ha messo nel mirino Kaio Jorge, centravanti classe 2002 del Santos

Gli 007 della Juventus molto attivi nel calciomercato sudamericano. Lo riferisce oggi il Corriere dello Sport, secondo cui i campioni d’Italia sarebbero stati impressionati dal talento di Kaio Jorge Pinto Ramos. Si tratta di un centravanti classe 2002 attualmente sotto contratto con il Santos e che si è messo in mostra nel Mondiale Under 17 vinto dal Brasile grazie anche alle 5 reti messe a segno dall’attaccante. Dopo aver già esordito nel massimo campionato brasiliano nella passata stagione, secondo gli addetti ai lavori questo sarà l’anno della consacrazione per Kaio Jorge.

Il Santos ha sin da subito intuito che il ragazzo avrebbe avuto un futuro radioso (viene definito “il nuovo Firmino”), tanto da blindarlo con una clausola rescissoria da 50 milioni di euro. La Juventus ha già ricevuto ottime relazioni dai propri osservatori ed è pronta ad anticipare la concorrenza. Nella speranza che il club che detiene il cartellino di Kaio Jorge sia magari disponibile a trattare sulla base di cifre inferiori.

Giroud apre al rinnovo al Chelsea: ‘Sono felice qui, vedo ancora 2-3 stagioni davanti a me’

Giroud apre al rinnovo al Chelsea: 'Sono felice qui, vedo ancora 2-3 stagioni davanti a me'

Olivier Giroud prepara il colpo di scena. L’attaccante francese, a lungo trattato dall’Inter e poi dalla Lazio nell’ultima finestra di mercato, ha parlato del suo futuro al Chelsea. In scadenza di contratto a giugno, il calciatore francese ha dichiarato: “Sono felice qui, ci sono ancora molte partite da qua al termine della stagione e c’è la possibilità di conquistare dei titoli. Il periodo di mercato è alle mie spalle, non voglio più pensarci. Penso di avere davanti a me ancora 2-3 stagioni e non è opportuno discutere ora di contratti. Quando arriverà il mio momento, affronterò la questione”, le parole raccolte da goal.com.

Un’indizio su una permanenza ai Blues anche per il futuro, dopo che Lampard è tornato a puntare sul francese nelle ultime settimane?

Acquisto maglie a poco prezzo online,maglia Chelsea personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Lazio, Lotito ci crede e porta tutti a cena fuori: le ultime

Lazio, Lotito ci crede e porta tutti a cena fuori: le ultimeLa forza della Lazio è il gruppo. In un momento così complicato per il calcio italiano, la squadra biancoceleste di fatto salterà il prossimo weekend. Appuntamento al match contro l’Atalanta, Lotito sta facendo di tutto per cementare ulteriormente il gruppo, già molto unito, della prima squadra della capitale.

LAZIO TUTTI A CENA – Il presidente biancoceleste ieri sera ha portato tutti a cena in un noto ristorante in zona Prati: la squadra e lo staff si sono ritrovati a mangiare fuori. Al centro dello chiacchierate sicuramente le dodici finali rimaste, ma anche i nuovi sviluppi in campionato, con l’emergenza Coronavirus a dettare calendario ed esigenze.

Zhang: ‘Juve-Inter? L’importante è la sicurezza, la salute è priorità. Fortunati ad avere Conte, si può vincere’

Zhang: 'Juve-Inter? L'importante è la sicurezza, la salute è priorità. Fortunati ad avere Conte, si può vincere'

Steven Zhang, presidente dell’Inter, ha rilasciato alcune battute alla Gazzetta dello Sport in vista di Juve-Inter.

SICUREZZA – “Si gioca ed è fondamentale che avvenga nelle condizioni di un piano di sicurezza. La salute è la priorità numero uno. Sono convinto che anche così, a porte chiuse, sarà un grande evento”.

JUVE-INTER – “È un match che appassiona milioni di tifosi e io guardo con fiducia alla partita di domenica. Sono sicuro che la squadra darà il massimo. Problemi legati alla lunga attesa? Non credo, sono sicuro che la reazione dell’Inter sarà positiva. Vogliamo fare un bel regalo ai nostri tifosi e possiamo andare a Torino per vincere questa splendida sfida”.

CONTE – “Conte? Siamo davvero fortunati ad avere un allenatore straordinario come Antonio”.

Bresciamania: Dietro le difficoltà c’è l’ultima spiaggia

Bresciamania: Dietro le difficoltà c'è l'ultima spiaggia

Parola d’ordine ripartire. La Serie A riaccende il motore lasciandosi alle spalle una delle pagine più difficili dell’ultimo decennio. Dentro a questo calderone fatto di polemiche, emergenza sanitaria nazionale, tante parole e pochi fatti c’è anche il Brescia. Massimo Cellino non ha lesinato critiche, aspre e dure, all’intero sistema che governa il mondo del pallone gridando ai quattro venti di “doversi vergognare”. Ora la palla torna a rotolare con quel rumore sordo di stadi vuoti. Si giocherà a porte chiuse il recupero della 26° giornata, quella che il Brescia aveva preparato minuziosamente la settimana scorsa come “ultima spiaggia” contro il Sassuolo e rinviata mentre la squadra e Diego Lopez erano pronti a partire alla volta di Reggio Emilia. In un mare di incertezze nel mondo del calcio appeso al filo della speranza di non avere mai un caso di positività il Brescia si gioca l’ultima chance con il Sassuolo del bresciano Roberto De Zerbi di rimanere agganciato alla Serie A.

Ultima spiaggia – Lo era in parte con il Napoli, lo doveva essere già settimana scorsa. L’agonia e la pressione per una partita chiave della stagione del Brescia, quella con il Sassuolo, si sta facendo sentire. Il rinvio della partita lo scorso weekend ha solamente allungato il clima di tensione agonistica attorno a questa partita. Una gara più che mai cruciale e vitale per le speranze del Brescia di poter ancora lottare per rimanere in Serie A. Salvezza al momento lontana 7 punti, quelli che distanziano il Brescia dalla Sampdoria con il Lecce quint’ultimo addirittura a 9 lunghezze. Senza una vittoria al Mapei Stadium per il Brescia sarebbe già ora di programmare la prossima stagione in Serie B.

Un presidente (tardivo) presente – Il caos creato dall’emergenza sanitaria ha avvicinato notevolmente il patron Massimo Cellino alla squadra. Il numero uno del club biancoazzurro si è visto spesso e volentieri al campo d’allenamento, cosa che non faceva di frequente da inizio stagione. Una presenza voluta per dare forza e coraggio ad una squadra appesa al filo della speranza salvezza. Un segnale importante sul desiderio di provare a lottare fino alla fine, fino a quando la matematica non condannerà il Brescia ad un amaro destino. Certamente un gesto importante, ma tardivo.