La Federcalcio umilia la Lega di A: una vittoria che sa di sconfitta

Gabriele Gravina, presidente Figc. Ansa

La giornata di ieri stimola la sempre più forte spinta indipendentista dell’organismo dei club rispetto alla Federazione

E se la sbandierata vittoria di oggi divenisse la sonora sconfitta di domani? Perché non può mai essere considerata una vittoria una scelta del sistema calcio, ma potremmo semplicemente dire Federcalcio, che umilia la Serie A, motore economico di quel sistema.

Ieri in Consiglio federale è avvenuto qualcosa di talmente eclatante da rafforzare non solo la solita idea che la Serie A debba avere un peso specifico maggiore rispetto al risicato 12 per 100 attuale nelle decisioni, ma addirittura a stimolare la sempre più forte spinta indipendentista della Lega rispetto alla Federazione seguendo il modello inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *